Cerca
  • Arik Bendaud

Pesach Settimo Giorno e Shabat


Pesach -settimo giorno


Giovedi 21 Aprile

  • Accensione Candele e Minha 18.52

Venerdi 22 Aprile

  • Shachrit ore 9

  • Minha (seguita da Arvit) ore 18.50

Shabat Aharei Mot e ottavo giorno Pesach


Sabato 23 Aprile


Avremo 2 minianim: 1 nel tempio con tefilot di Shabat, 1 nella sala sotto con tefilot dell'ottavo giorno Pesach

  • Shachrit ore 9

  • Minha ore 18.45

  • Moze Shabat/Hag ore 19.54

Al termine della lettura parasha Aharei Mot, Dvar Torah di Rav Arie Levine


SHABAT SHALOM E HAG SAMEAH


Per supportare il nostro Minian clicca qui


ERUV TAVSHILIN 

(Con riassunto alla fine) 


Che cos'è L'Eruv Tavshilin e perché è vietato cucinare da iom tov a shabat?


Spesso succede che lo Shabat cade subito dopo iom tov 


In questo caso, con iom tov attaccato a Shabat i maestri hanno vietato di cucinare da iom tov per lo Shabat. 


Uno dei principali motivi per il quale i maestri hanno stabilito questo divieto è per non far passare il giorno di iom tov come un comune giorno dell'anno dove si cucina per lo Shabat. 


Così i maestri hanno stabilito che in ogni casa si debba fare un Eruv Tavshilin, un pasto per lo Shabat preparato prima dell'entrata di moed, questo ci permetterà di cucinare da venerdì (che sarebbe ancora iom tov) a Shabat. 


Perchè L'Eruv Tavshilin dovrebbe permettermi di cucinare da iom tov a Shabat?


Preparare un pasto per lo Shabat prima dell'entrata di iom tov, significa iniziare i preparativi dello Shabat prima di moed, così facendo quando venerdì si cucinerà per lo Shabat non starò facendo altro che continuare e terminare un'azione già iniziata precedentemente. Questo è permesso. 


Come si prepara?


Si cucina una pietanza sul fuoco e un altro cibo al forno. 


L'usanza più comune è quella di farlo con uovo bollito e un pane possibilmente intero(di pesach una mazzà) dal peso di 30grammi. Questo perché sono due cibi facili da realizzare che resistono al caldo senza andare a male. 


Successivamente bisogna posare l'uovo su un piatto insieme al pane(o la mazza di pesach) e alzando il piatto bisogna recitare la beracha e la formula. 


Mi sono dimenticato di fare l'eruv


Chi si dovesse dimenticare di fare l'eruv tavshilin potrà comunque cucinare da iom tov a Shabat poggiandosi sull'eruv fatto dal rabbino capo. Questo vale solo a posteriori, a priori ogni casa deve avere il suo eruv tavshilin. 


Casi particolari


Se ho preparato tutto prima di moed e quindi non avrò necessità di cucinare nulla da yom tov per Shabat, devo fare l'eruv ? 


Anche chi si fosse organizzato in questa maniera é bene che faccia l'eruv ma senza la beracha. Si reciti solo la formula. 


RIASSUNTO PRATICO 


Prima dell'entrata di moed alzo il piatto dove ho poggiato l'uovo sodo e il pane(o la mazza per pesach) e recito prima la beracha e dopo la formula impegnandomi a capire quello che sto dicendo. Così facendo venerdì si potrà cucinare per Shabat. 


È bene mangiare l'eruv durante la cena di Shabat o a seuda shelishit. 


Beracha: baruch atta A. Elokenu melech haolam Asher kideshanu bemizvotav vezzivanu al mitzvat eruv. 


Formula: bedin iruva ie share lana leafuie velevishule veleadluke shraga velemebad kol zarkana miom tov leshabat. 


È necessario capire quanto viene detto nella formula. Traduzione: grazie a questo eruv sara permesso a noi cucinare, infornare, accendere la candela e fare tutto quello che ci serve da iom tov a Shabat. 


Chag sameach

Andrea Caviglia

83 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti